La luce naturale è sempre fondamentale in casa, non solo perché rende lo spazio più luminoso e ci aiuta a ridurre i consumi energetici, ma anche perché comporta benefici psicologici e fisici.

Per ottenere la luce necessaria nella nostra abitazione, le dimensioni delle finestre devono essere proporzionate all’ambiente, che deve essere illuminato per il maggior tempo possibile. In caso contrario, si creano delle aree buie, poco vivibili, che necessitano di luce artificiale anche nelle ore diurne. Tutto questo, oltre a rendere la stanza poco confortevole, avrà un effetto negativo sul nostro umore e sulla nostra salute e, ultimo ma non per importanza, si avrà un maggior dispendio di energia e quindi bollette più care.

Per tutti questi motivi, è importante dimensionare correttamente le finestre. Questo è uno studio che deve essere effettuato nella fase di progettazione della casa oppure durante una ristrutturazione. In quest’ultimo caso, a volte bisogna intervenire sui fori per le finestre per ottenere un risultato finale che ti permetterà di risparmiare sui consumi energetici.

La normativa vuole che la superficie vetrata venga calcolata in relazione a quella calpestabile. La grandezza delle finestre presenti in una stanza devono essere quindi, pari a un ottavo dell’area pavimentata.

Oltre a questo fattore, puoi considerare anche la posizione delle stanze. Se si parte da zero, è bene progettare l’abitazione in modo da esporre la zona giorno ad Ovest e quella notte ad Est, per essere sicuri di sfruttare al massimo la luce solare. Inoltre, puoi realizzare delle finestre sul tetto, oggi molto utilizzate in architettura, per favorire l’entrata di luce. Si possono installare i classici infissi da mansarda, con diverse aperture, ma anche delle semplici vetrate nel corridoio, per far passare la luce da una stanza all’altra. Un’altra idea molto pratica è scegliere delle porte scorrevoli in vetro per le aree interne della casa, in modo da ottenere la privacy necessaria ma allo stesso tempo godere della luce naturale proveniente da altre stanze.

A volte se una stanza risulta poco luminosa è perché è stata sbagliata la scelta del tessuto per le tende. I tessuti vanno selezionati con molta cura: preferisci una tenda leggera e chiara per la cucina e il soggiorno, mentre quelle più coprenti per le stanze da letto.

Pensare bene alla posizione delle finestre può contribuire a migliorare la tua casa e ridurre i consumi energetici. Insieme alla scelta di infissi realizzati con materiali naturali avvicinerai la tua abitazione a un approccio eco-sostenibile all’edilizia e all’arredamento. Inoltre, questi accorgimenti riprendono l’arte orientale del Feng Shui, secondo cui bisogna sfruttare al massimo la luce naturale e posizionare le finestre verso il sole e lontano dalle strade trafficata, per vivere in un ambiente tranquillo e nel rispetto dell’ambiente.

Non ti resta che migliorare la tua abitazione in quest’ottica per godere di tutti i benefici della luce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.