Qualche settimana fa è arrivato l’invito ad un workshop Ikea sulla tavola natalizia. La cosa mi stuzzicava parecchio perché la fantasia del brand in fatto di decor e soluzioni fai da te non ha eguali. Quando ho letto che l’evento era realizzato in collaborazione con Mariangela Negroni di Funky Table, la regina del Table set italiano, non ho avuto più dubbi: dovevo esserci!

Così venerdì scorso mi sono recata all’Ikea di Corsico e per circa un’ora sono stata allietata dalla pacata, ma travolgente, presentazione di Mariangela e dal profumo di cannella.

Il workshop era incentrato sulla tavola e sull’accoglienza e il mood era Natale Stile Libero. Perché la tradizione del Natale resta, ma il modo di viverlo è certamente mutato negli anni. Così questo cambiamento, rappresentato da tre proposte, si esprime fuori dalle regole, dalle consuetudini e lascia spazio all’improvvisazione.

Il tour inizia con la prima tavola chiamata Festa a sorpresa. Lo stile è quello di una cena organizzata un po’ all’ultimo minuto o dove gli ospiti hanno dato conferma alle 7 di sera. Così al tavolo principale si aggiungono tavoli di tutte le forme e grandezze recuperati da altri ambienti della casa. Lo stesso vale per le sedute: la poltroncina dell’angolo lettura diventa una comoda seduta affiancata dallo sgabello recuperato dalla cameretta.

Tra tutti questo è lo stile in cui mi sono più rispecchiata. Spesso il lavoro, le figlie e il tran tran quotidiano porta me e mio marito a decidere all’ultimo quello che faremo durante le feste. Spesso ci siamo ritrovati e chiederci “cosa facciamo a Capodanno?”. E a volte abbiamo organizzato cene in cui abbiamo mescolato diversi gruppi di amici a cui si sono aggiunti anche amici degli amici.  Nella storia è rimasta la cena in cui si è presentato Pino dei palazzi. Ve lo ricordate? Quante risate!!!

Sulla tavola invece cosa succede? Servizi differenti vengono mescolati tra loro, stoffe utilizzate al posto delle tovaglie, fiori, che non devono essere per forza natalizi, ma che nel colore ne ricordano l’atmosfera (a tal proposito andare a vedere qui il mio articolo su Casa Facile sul soggiorno natalizio) e poi un pensiero per ogni nostro ospite. Dal nome scritto con i biscotti al decoro sul piatto fatto con il colorante alimentare fino al tovagliolo personalizzato con le iniziali.

La seconda tavola era Mettersi in gioco. Per una festa informale, da fare in piedi e nel mentre tentare la fortuna con la ruota Lustigt. In palio ci potrebbe essere un piccolo dono o lo scambiarsi di posto per intraprendere una nuova conversazione. Non c’è limite alla fantasia!

Infine Riflessi Pronti, improntata sui colori oro e argento. Potrebbe sembrare quella più tradizionale, ma cosa c’è di usuale nell’usare come sotto piatto degli specchi o come centro tavola il peloso tappeto Toftlund? Una fiaba nordica fatta di metalli preziosi, superfici riflettenti e stelle luccicanti. Ma anche di fiori candidi e limoni profumati.

 

Soddisfatta della serata e con gli occhi pieni di spunti creativi mi sono congedata salutando affettuosamente Mariangela e assaggiando la dolce merenda accompagnata dalla bevanda natalizia Vintersaga (deliziosa). Naturalmente visto che mi trovavo da Ikea non ho potuto esimermi nel fare qualche shopping natalizio 😉

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.